Top Social

MENU

APPROVAZIONE CONTRATTO DI SINDACATO DEI SOCI PUBBLICI DI HERA S.P.A. DELL'AREA DI BOLOGNA

PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DEL 15/06/2016

OGGETTO: APPROVAZIONE CONTRATTO DI SINDACATO DEI SOCI PUBBLICI DI HERA S.P.A. DELL'AREA DI BOLOGNA.

interviene il Consigliere Zanni

Anzitutto vorrei porre una domanda: quali sono le ricadute e i benefici per il comune di galliera, se ce ne sono?

----------------------------

Il membro del Cda di Hera (Forte Clò) venne qui il 24 aprile 2016, io non ero presente ma ho potuto ascoltare le sue parole tramite la registrazione del consiglio.

Erano presenti i colleghi consiglieri del mio gruppo e già allora Baccilieri fece notare come questo patto di sindacato fosse una facoltà e non un obbligo e in quell’occasione evidenziò inoltre dubbi sulle motivazioni di questa scelta…valutazioni che per ovvi motivi non starò a ripetere quest’oggi, anche perché ormai la votazione sul patto è conclusa e questo patto è appunto già in essere.

Le novità sostanziali che proponete di introdurre quest’oggi sono due:

  • Il diritto di prelazione sulla vendita di azioni inferiori alle 300 mila
  • L’istituzione di una assemblea di patto che vede la partecipazione dei comuni che hanno quote in Hera

La domanda che ho fatto all’inizio, come volevasi dimostrare, mi ha confermato che benefici reali e tangibili sul territorio di Galliera non ci saranno – me lo aspettavo,

che senso ha fare un patto di sindacato – che tra l’altro ci impegna a dover votare insieme agli altri - se alla fine di fatto non abbiamo alcun tipo di beneficio specifico?

Quando uno degli obblighi più importanti e fondamentali che abbiamo noi come amministratori è quello di dare benefici ai cittadini lavorando per ottenere questo?!

allora nel momento in cui viene a mancare il rispetto a questo dovere che noi abbiamo, a che cosa serve votare questo atto?

Il Comune di concerto con Hera (in questo caso) deve creare le condizioni affinché ai cittadini vengano dati i migliori servizi possibili, Questo è il vero tema! non il fatto che si apra alla possibilità di partecipare ad una assemblea con gli altri soci dove è vero che gli amministratori fra cui Galliera potranno avanzare i propri dubbi e/o richieste ma è anche vero che siamo abbastanza certi che questo non porterà a molto!

lo dico chiaramente e mi rivolgo in particolare a questa giunta che non sta assolutamente dando alla cittadinanza la qualità dei servizi a dei costi che potremmo definire accettabili, servizi e costi che noi invece riteniamo doveroso pretendere da una società nata dalle municipalizzate.

Il membro del Cda di Hera parlò di Forli, beh il comune della romagna uscito da Hera e che ha deciso di riportare la raccolta dei rifiuti in-house ha un costo procapite di circa 50€ in meno rispetto al comune di Galliera – questo è un dato di fatto a dimostrazione che una possibilità di scelta e forse di migliorare ci sia!

Mi rivolgo ancora una volta al sindaco e alla sua giunta, invece di chiamare oggi il sig Clò in quanto membro del cda di Hera, invitiamolo quando si parla del piano tariffario inerente la raccolta rifiuti, invitiamolo quando si parla delle tariffe dei rifiuti per i cittadini e per le attività commerciali, invitiamolo su argomenti come questo in cui ci sia una ricaduta diretta sulla cittadinanza – se non altro per confrontarci e forse avere risposte alle domande che provengono unicamente dai gruppi di minoranza e a cui fino ad oggi nessuno ha saputo dare risposte esaustive.

Infine sarebbe stato più utile avere qualche chiarimento sulle vicende rese note dai quotidiani e oggetto anche di interrogazioni regionali in riferimento al fatto che alcuni Comuni pagano di più i servizi di raccolta rifiuti e spazzamento strade di quanto dovrebbero ed altri meno di quanto dovrebbero – questi sono argomenti importanti a nostro avviso.

Detto questo, non essendoci d fatto alcuna ricaduta positiva per il territorio di Galliera e per i suoi cittadini non riteniamo opportuno accogliere positivamente questo atto.