EX-SIAPA

Aggiornamenti sulla situazione dell'area ex SIAPA.

Vogliamo poterne discutere e informare tutti sul grave stato di inquinamento di quell'area, oltre 17 ettari!


 

SOLLECITO RICHIESTA SOPRALLUOGO PRESSO AREA EX-SIAPA

SOLLECITO INVIATO IN DATA 28 OTTOBRE 2015 A SEGUITO DELLA RICHIESTA DI EFFETTUARE UN SOPRALLUOGO AVANZATA IL 27 APRILE 2015.
 
Buongiorno,
a distanza di 6 mesi dalla prima richiesta di sopralluogo - era il 27 aprile 2015 - siamo a sollecitare nuovamente questo ente perchè si attivi per sollecitare il Commissario Straordinario dell'area ex-Siapa ad organizzare con estrema celerità, alla luce anche della gravità della situazione in oggetto, un sopralluogo presso il sito inquinato; tale sopralluogo potrebbe avvenire senza problema alcuno in concomitanza con gli enti preposti al controllo ambientale quali Arpa e Usl fra gli altri.
Si domanda inoltre quando sia stato sollecitato l'ultima volta il commissario straordinario?
 
Rimango in attesa di riscontro.
Grazie,
Stefano Zanni.

SITUAZIONE AREA EX SIAPA RICHIESTA URGENTE CHIARIMENTI - LUGLIO 2015

Richiamate le analisi sulle acque di falda di pozzi di emungimento dell’area in oggetto, effettuate ad aprile ed ottobre 2014 (delle quali si è avuta conoscenza solo poche settimane fa, attraverso la pubblicazione sul sito istituzionale), le quali evidenziano – come da lei, Sindaco, scritto – tra l’altro “Dagli esiti dei monitoraggi di falda a livello dei pozzi interni al sito eseguiti dalla proprietà […] risultano pericolosi livelli di contaminazione da composti alifatici clorurati non cancerogeni e alifatici clorurati cancerogeni…..”, sostanze altamente nocive per la salute umana;

Preso atto del documento del Consorzio della Bonifica Renana n. 0010305 del 30.12.2014 avente ad oggetto “Concessione n. 20140078” con il quale si è permesso alla Caffaro srl la “Costruzione di manufatto di immissione, con tubazione diametro 2'', per lo scarico nello scolo consorziale Riolo, in destra idraulica, di acque reflue provenienti dal sistema di emungimento e trattamento delle acque di falda previsti nel progetto di messa in sicurezza dell'ex stabilimento sito in località San Vincenzo del Comune di Galliera”;

Posto che non si ha conoscenza né informazione di analisi effettuate da ARPA ed Usl (perlomeno nei periodi da aprile 2014 a gennaio 2015) né presso i pozzi interni, né presso i pozzi (privati) esterni all’area né - soprattutto – tantomeno presso il canale Riolo;

I sottoscritti consiglieri interrogano il Sindaco al fine di sapere:

  1. I motivi della sua tardiva attivazione dei controlli in presenza di allarmanti analisi;
  2. Perché il Comune di Galliera non ha richiesto maggiore presenza di ARPA ed Usl nelle verifiche dell’area inquinata;
  3. Se e quali controlli sono stati fatti – da parte del Comune, di ARPA, dell’Usl e della ex Provincia (titolare delle funzioni ambientali delegate) – riguardo allo scarico in Riolo delle acque di falda emunte dai pozzi interni all’ex Siapa;
  4. A quando risalgono gli ultimi e penultimi controlli effettuati da Amministrazioni Pubbliche presso i pozzi interni ed esterni all’area ex Siapa;
  5. Se e quando inizieranno le operazioni di messa in sicurezza non ancora realizzate.

F.TO Consiglieri comunali

Pagina 4 di 6